Cessione del quinto Agos per dipendenti

Settembre 26, 2016 Off Di Federica Profilo

L’Istituto Bancario Agos offre diverse opzioni per quanto riguarda i prestiti personali con cessione del quinto per dipendenti, un tipo di finanziamento semplice, veloce e particolarmente sicuro, dedicato ad ogni tipo di cliente. Vediamo assieme quali sono le caratteristiche del prestito tramite cessione del quinto di Agos e quali sono i requisiti necessari per poterlo richiedere.

Cessione del quinto Agos dipendenti

Il prestito personale tramite cessione del quinto non finalizzato (ciò vuol dire che il denaro ottenuto può essere adoperato come più si preferisce, senza la presenza di alcun vincolo legato ad esso e senza alcuna giustificazione sul motivo per il quale si richiede il prestito) di Agos può durare al minimo 24 mesi ed al massimo 120 mesi (ovvero dieci anni) e per quanto riguarda il rimborso della quota erogata al dipendente, quest’ultimo da il consenso all’istituto bancario di prelevare la data mensile dal proprio stipendio o dalla propria pensione, ma non più di un quinto di essi.

Le peculiarità del prestito tramite cessione del quinto con Agos sono diverse, tra cui la presenza di polizze obbligatorie rischio vita del consumatore (senza lasciare eventuali debiti ai familiari) e rischio impiego (come ad esempio un’improvvisa perdita del posto di lavoro), prelievo della rata direttamente sullo stipendio o sulla pensione fino ad un quinto del totale, il richiedente oltre che ad aver compiuto la maggiore età deve poter beneficiare obbligatoriamente di un contratto di lavoro a tempo determinato e non è prevista la presenza di un coobbligato.

La cessione del quinto di Agos è richiedibile anche dal dipendente pubblico o privato il quale sia stato inserito nella lista dei cattivi pagatori e che abbia ritardi in pagamenti precedenti, da l’opportunità di ottenere un acconto sul saldo dell’operazione ed il vincolo del TFR è favorevole all’Istituto bancario finché il finanziamento non sarà del tutto estinto, come forma di sicurezza. La cessione del quinto di Agos è richiedibile sia da lavoratori dipendenti pubblici sia da privati e prevede un tasso che resta fisso per tutta la durata del contratto tra le due parti. Sono presenti alcuni costi di gestione della pratica e costi di istruttoria.

Tassi sui prestiti Agos e documentazione richiesta ai lavoratori

Abbiamo parlato di dipendenti finora, ma in caso il richiedente sia un pensionato, i tassi resteranno gli stessi previsti in caso il cliente possegga uno stipendio ma in questo caso l’assicurazione obbligatoria coprirà solo in caso di morte del consumatore (ciò prevede un risparmio del 14,00% sulla spesa complessiva). L’età del richiedente pensionato non può obbligatoriamente superare gli 83 anni.

Per quanto riguarda i lavoratori che possiedono un contratto di lavoro ma a tempo determinato hanno la possibilità di fare richiesta del finanziamento tramite cessione del quinto ma solo se il periodo di risarcimento del prestito è al di sotto del limite di scadenza del contratto di lavoro.

Il debito del finanziamento può essere risarcito prematuramente dal cliente che ne abbia l’esigenza e la penale corrisponde all’1% sul debito rimanente da estinguere.

Nel momento in cui il consumatore richiederà il prestito mediante cessione di Agos, l’Istituto bancario richiederà una documentazione per poter procede con la compilazione della richiesta.

La documentazione prevede un certificato di stipendio (il quale viene rilasciato soltanto dal proprio datore di lavoro tramite una richiesta scritta dal dipendente e contiene le peculiarità del contratto di lavoro come il reddito lordo e netto sia mensile che annuo, il tipo di contratto di assunzione, il TFR – trattamento di fine rapporto –  maturato dal richiedente, anzianità del lavoratore, data della sua assunzione, la presenza di altre eventuali trattenute), l’ultima busta paga ed in caso di pensionati il cedolino della pensione, la copia di un documento di identità, una copia del codice fiscale, l’ultimo CUD ricevuto, la dichiarazione di quota cedibile. Il TAN è fisso al 4,91% e il TAEG è del 6,17%.